7a LA MARCA CLASSICA: UN PERCORSO DI ALTO LIVELLO ATTENDE GLI EQUIPAGGI

Punta nuovamente su un mix di bellezza, storia e richiami ai rallies, il percorso della gara di regolarità classica e turistica in programma sabato e domenica prossimi. Il tutto contornato dalla tipica ospitalità offerta da ACI Treviso. Con le iscrizioni chiuse da poco, si attende ora l’elenco degli iscritti

condividi la news

Settima dei tredici appuntamenti del fitto calendario 2024, la manifestazione organizzata dall’Automobile Club Treviso in programma a Quinto di Treviso sabato 22 e domenica 23 giugno si prepara a dare il cosiddetto “giro di boa” del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche e lo fa proponendo un percorso di gara che anche quest’anno toccherà diversi punti di notevole interesse turistico e culturale della Marca Trevigiana con un occhio di riguardo anche al piacere della guida in alcuni tratti già teatro dell’omonimo rally valevole per il Trofeo Italiano.
Confermata la “power stage” con la stessa configurazione del 2023, quest’ultima si dipanerà all’interno delle mura di Treviso nel Viale Bartolomeo d’Alviano nel tardo pomeriggio del sabato e, al termine del primo impegno sui pressostati, gli equipaggi faranno rientro al quartier generale del BHR Treviso Hotel a Quinto di Treviso, ove ad attenderli saranno l’aperitivo e la tradizionale cena di gala.
La gara entrerà nel vivo alle 9 della domenica interessando dapprima la zona occidentale della “Marca” col transito verso Istrana e puntare successivamente in direzione Castelfranco Veneto dove è prevista la sosta nella centrale Piazza Giorgione, dopo aver effettuato le prime venti prove di precisione. Si ripartirà salendo verso le località di Loria, Onè di Fonte, sino a toccare Paderno del Grappa, proseguendo verso Monfumo per poi transitare su una delle prove speciali storiche del Rally della Marca, la famosa “Ca’ Mostaccin” al termine della quale i concorrenti lambiranno il Tempietto e Villa Maser, frutto del progetto di Andrea Palladio. Il percorso scorrerà poi verso Cornuda, Covolo e, attraversato il fiume Piave, immergersi nell’area dove si coltiva l’uva che si trasformerà in un secondo tempo in quell’eccellenza del territorio che è il Prosecco. Dopo il gradimento dello scorso anno non mancherà l’effettuazione di alcune prove di precisione all’interno dello “Zadraring” per poi dirigersi verso l’Azienda Agricola “La Dolza” a Follina, località eletta tra i Borghi più belli d’Italia grazie anche alla celebre Abbazia.
Al termine della sosta per il pranzo, la carovana transiterà su alcune delle strade che hanno reso celebre il Rally della Marca, quali Rolle, Zuel e Farrò per proseguire toccando il Montello e affrontare l’ultima sequenza di prove di precisione prima di tagliare il traguardo al BHR Treviso Hotel a partire dalle 16.01. A seguire, gli equipaggi saranno accolti da un buffet di saluto in attesa dell’ufficializzazione delle classifiche, con la successiva cerimonia delle premiazioni a chiudere l’evento.